Sala per l’ascolto protetto di donne e bambini vittime di violenza, oggi inaugurazione presso la compagnia dei carabinieri di Sciacca

Hanno letto: 395

Una sala per l’ascolto protetto per donne e minori, la “stanza dei colori” sarà inaugurata questa mattina presso la compagnia dei carabinieri di Sciacca. E’ un progetto che l’Arma dei carabinieri ha sposato, proposto dell’Inner Wheel, guidato da Sciacca dalla psicologa Maria Grazia Bonsignore. La sala di ascolto è stata realizzata presso la locale stazione dei carabinieri e verrà utilizzata per tutte le attività espresse in un protocollo “e per tutte le volte – sottolinea l’Inner Wheel – che sarà necessario offrire accoglienza e ascolto in un luogo creato per fare in modo che si possano mettere a proprio agio coloro che hanno vissuto una storia di dolore, di sofferenza e di abuso, per cercare, altresì, di ricostruire il loro vissuto in maniera meno traumatica possibile”.

Da quasi un anno è già una realtà al Giovanni Paolo II di Sciacca il progetto frutto di un protocollo d’intesa promosso dalla Procura della Repubblica e finalizzato ad intervenire in maniera più efficace contro la violenza di genere. E’ stata istituita l’area denominata “stanza rosa” che, all’interno del pronto soccorso, oltre ad assicurare privacy e protezione alle vittime, rappresenta il punto di partenza di un percorso per le donne che subiscono violenza che consente l’eventuale loro inserimento in una struttura dedicata nel caso in cui non è possibile il ritorno a casa.