Sarà intitolata alla piccola Carola la sezione A.I.D.O. di Sciacca, la referente Francesca Licari:”La Sicilia traina le donazioni in Italia”

Hanno letto: 2509

La morte della piccola Carola Benedetta Catanzaro ha scosso l’intera comunità di Sciacca che piange la scomparsa della bambina deceduta ieri a Palermo a causa di un aneurisma celebrale.

Oggi la costituenda sezione di Sciacca dell’Associazione Italiana Donatori organi annuncia la volontà di intitolare alla piccola il gruppo saccense che nelle prossime settimane si costituirà con un direttivo e che avvierà le proprie attività.

Questa mattina abbiamo incontrato la referente saccense dell’A.I.D.O., Francesca Licari che ha sottolineato l’importanza del gesto compiuto dai genitori di Carola che hanno autorizzato l’espianto degli organi della loro figliola e il valore della donazione.

“E’ importante – ha detto Francesca Licari esprimendo le sue condoglianze alla famiglia – l’informazione e la cultura della donazione, Carola salverà altri bimbi che altrimenti non potevano essere curati. Non molti sanno che per alcune patologie, il trapianto è l’unica strada percorribile”