Sciacca, il Museo diffuso dei 5 sensi incontra le categorie produttive

147

È stata una settimana ricca di incontri per il Museo Diffuso dei 5 Sensi di Sciacca.
Sede degli incontri che hanno visto grande partecipazione di persone tra commercianti, i ceramisti, i pasticceri, le scuole, i ristoranti, i bar, i pub e B&B la Sala Blasco del Comune di Sciacca.

Tutti a lavoro in grande sinergia con l’obiettivo principale di sviluppare un turismo esperienziale di alto livello che possa diventare volano per l’economia di un territorio colmo si di bellezza, ma troppo spesso non adeguatamente valorizzata. A supportare la squadra, incontro per incontro, il giornalista, scrittore e conduttore Rai Emilio Casalini.

<<Siamo all’inizio di un esperimento di ingegneria sociale unico in Italia – afferma Casalini -, Un’intera comunità, non un singolo imprenditore o una categoria di professionisti, ma tutte le categorie e potenzialmente ogni singolo cittadino, quindi la comunità nel senso più vasto del termine, decide di scegliere come costruire il proprio futuro. Rete e supporto reciproco al posto dell’invidia e della lotta fratricida – conclude Casalini – Io sono convinto che una scommessa così alta si possa vincere. Anche perché è la migliore opzione su cui investire per il futuro>>.

<<Stiamo parlando di rifondare il baricentro dell’economia saccense – afferma il Presidente del Museo Diffuso dei 5 Sensi Viviana Rizzuto – su di un turismo di altissima qualità, di eccellenza, l’unico che garantisca certezze di crescita sul lungo periodo. Ma ognuno ha i turisti che si merita: se vuoi il meglio devi offrire il meglio. E dobbiamo imparare tutti come si fa>>.