Scuole chiuse a Santo Stefano di Quisquina, Cacciatore primo sindaco tra i ribelli ad emanare ordinanza

3438

Francesco Cacciatore e’ il primo sindaco di fatto a porre la sua firma sull’ordinanza che dispone la chiusura delle scuole. In contemporanea alla adozione del provvedimento, il primo cittadino di Santo Stefano di Quisquina ha emanato un comunicato stampa: ” Con la convinzione – scrive che si ritiene necessario effettuare uno screening della popolazione scolastica del locale Istituto Comprensivo “Maestro Lorenzo Panepinto” in maniera tale che la ripresa delle lezioni, possa avvenire in sicurezza è stata predisposta una proposta di deliberazione della Giunta comunale con la quale si dà incarico alla Responsabile dell’Area Socio Assistenziale di procedere all’adozione degli atti necessari per l’acquisto di un numero di tamponi antigenici da destinare allo screening della popolazione scolastica a carico dell’amministrazione Comunale”.

Sono circa duecento i sindaci che oggi pomeriggio hanno preso parte alla riunione dell’Anci sul tema dell’apertura delle scuole e che si sono detti pronti ad adottare ordinanze fotocopie rispetto la decisione della Regione Sicilia di aprirle gia’ domani.
” In attesa di dati certi – scrive Cacciatore – e assumendomi la responsabilità del caso e consapevole del limite normativo e giuridico ho EMANATO in via precauzionale e prudenziale ORDINANZA SINDACALE n.3 /2022 che prevede la CHIUSURA delle scuole di ogni ordine e grado nel territorio comunale dal 13 al 15 Gennaio 2022 dando mandato alla Dirigente Scolastica per l’attivazione delle attività didattiche mediante la DID e/o la DAD” .