Si fa prestare il cellulare poi chiede 50 euro per restituirlo, in manette per estorsione un romeno a Burgio

Hanno letto: 119

E’ finito in manette il romeno Anton Romica Ionut, 23 enne, con l’accusa di estorsione. Dapprima con una scusa si sarebbe fatto prestare da un conoscente il telefono cellulare dopo averlo utilizzato, avrebbe chiesto 50 euro per restituirlo.

I Carabinieri della Compagnia di Sciacca  e della Stazione di Burgio  avevano già avviato le indagini in quanto la vittima nel frattempo si era rivolta proprio ai militari dell’Arma. E così dopo una rapida attività investigativa, è stata organizzata la riconsegna del telefono alla giovane vittima, monitorata a distanza da alcuni Carabinieri in borghese.

Lo straniero è stato colto in flagranza di reato essendo stata organizzata con la complicità della vittima, la “trappola” che ha portato il romeno a presentarsi all’appuntamento fissato per il pagamento della riconsegna del telefono. L’Autorità Giudiziaria ha subito disposto gli arresti domiciliari.