Spiagge scomparse, cinque chilometri in meno ogni anno secondo le associazioni ambientaliste

Hanno letto: 571

Secondo gli ambientalisti ogni anno si inabissano cinque chilometri quadrati di litorale della Sicilia, un fenomeno che si sta portando via le spiagge e del quale Repubblica oggi si occupa con un’inchiesta di Claudio Reale che mette a confronto immagini dall’alto di tratti di costa siciliana.

Da San Vito a Capo d’Orlando, il viaggio per immagini di ieri e di oggi nella costa che si inabissa passa anche da Sciacca e da Coda della Volpe. Ecco le due immagini del tratto di mare saccense a confronto nel reportage fotografico, due scatti a distanza di dodici anni. Mentre l’inchiesta di Repubblica denuncia che i progetti della Regione per 100 milioni vanno a rilento.

Il rischio erosione, del resto, è estesissimo. Non solo la spiaggia di Cattolica Eraclea ridotta ormai ad un lembo, ma secondo la più ottimistica delle analisi, quella fatta un paio d’anni fa dal ministero dell’Ambiente, il 14 per cento della costa siciliana è a rischio erosione, mentre secondo gli ambientalisti il pericolo riguarda addirittura una spiaggia su tre.