Stagione balneare al via il primo aprile, pulizia spiagge di Sciacca legata al piano Aro

1640

Mancano appena due giorni e partirà ufficialmente la stagione balneare in Sicilia. Tempo di sole e di mare e ovviamente di spiagge, ma le condizioni dei litorali saccensi dopo un inverno particolarmente rigido caratterizzato da fenomeni meteorologici eccezionali, sono davvero pietose. Detriti di ogni tipo, fanghiglia e accumuli di spazzatura hanno seppellito la sabbia di molte delle spiagge cittadine. Quella che si scorge nella foto, è la spiaggia della Tonnara. Una distesa di pattume e detriti che le mareggiate hanno depositato sul bagno-asciuga coprendo la totalità della sabbia. Ma quella della Tonnara non è la sola. Da San Giorgio a San Marco passando per la Foggia, la situazione non cambia.

Occorre un primo intervento straordinario che possa quantomeno liberare gli arenili dai detriti e successivamente avviare la normale pulizia delle spiagge con l’inizio della stagione balneare.

Ma la pulizia delle spiagge, quest’anno non partirà in concomitanza con lo scoccare del calendario balneare. Il servizio è incluso e previsto nel nuovo piano Aro, quindi, inevitabilmente legata al contratto e ai tempi con i quali il Comune di Sciacca affiderà alla ditta che si è aggiudicato il bando di gara del nuovo piano Aro, il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Rispetto gli scorsi anni, quando un apposito bando affidava tramite gara pubblica il servizio di pulizia delle spiagge, quest’anno, il tutto è compreso nel pacchetto del piano Aro ed inevitabilmente legato anche alle tempistiche con le quali partirà la gestione privata della Sea- Bono, la ditta che si è aggiudicata l’appalto lo scorso 29 dicembre espletato dall’Urega.

Così come gli altri anni, si sono verificati dei ritardi nell’avvio del servizio di pulizia anche in questo anno di esordio del piano Aro, inevitabilmente ci saranno degli slittamenti rispetto la data ufficiale dell’incipit della stagione balneare. Dal Comune di Sciacca, ipotizzano che se non ci dovessero essere problemi, una prima pulizia potrebbe essere effettuata non prima della metà o fine del mese di aprile. Essere, insomma o non essere città turistica?