13.7 C
Comune di Sciacca

“Stalking a un’assistente sociale del Comune di Menfi”, donna ai domiciliari

Pubblicato:

Prima il divieto di avvicinamento a un’assistente sociale del Comune di Menfi e poi sono scattati gli arresti domiciliari. E’ indagata una donna, di 40 ani, che nonostante il divieto avvicinamento all’assistente sociale si sarebbe presentata ugualmente in municipio e così è stata tratta in arresto e posta ai domiciliari.

La donna, difesa dall’avvocato Calogero Lanzarone, si presenterà al palazzo di giustizia di Sciacca per essere interrogata dal giudice prima per i fatti che hanno portato al divieto di avvicinamento che la obbligava a mantenersi a una distanza non inferiore a 500 metri dall’assistente sociale e successivamente per l’interrogatorio di garanzia per l’arresto che l’ha portata ai domiciliari.

A quanto pare la donna riterrebbe l’assistente sociale responsabile dei provvedimenti adottati dal Tribunale per i Minorenni di Palermo che ha disposto la sospensione della responsabilità genitoriale della stessa nonché il divieto di visita ai figli. L’indagata presso gli uffici del Comune di Menfi avrebbe urlato contro l’assistente sociale e proferito frasi minacciose nei confronti della stessa.

Tutto questo dal dicembre del 2022 a pochi giorni fa. Poi l’ultima fase della vicenda quella che ha portato all’arresto.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img