“Tutti insieme, uniti per l’ambiente”, la DAD del plesso Giovanni XXIII ha dato i suoi frutti

1793

I docenti delle classi seconde del I Circolo di Sciacca, anche se non fisicamente insieme, a causa dell’emergenza Covid-19, hanno voluto dare seguito, insieme agli alunni, attraverso la didattica a distanza, ad un importante percorso incentrato sul tema ambientale dal titolo “Tutti insieme, uniti per l’ambiente.”

Lo sviluppo sostenibile al centro di un importante progetto ambientale portato avanti dai bambini delle classi seconde A e B del plesso” Giovanni XXIII” di Sciacca, che, seguiti a distanza, dalle loro insegnanti, attraverso la didattica online, hanno egregiamente continuato il percorso che avevano iniziato sulla salvaguardia dell’ambiente, facente riferimento all’obiettivo n.11 dell’ Agenda ONU 2030 : “Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili”.
Tra le competenze attese, quella di promuovere, accrescere e diffondere comportamenti consapevoli e responsabili, grazie anche all’acquisizione delle competenze trasversali di cittadinanza. Attraverso la guida di un amico immaginario, di nome Oscar, tratto dal libro “ UN PIANETA PIENO DI PLASTICA”, di Neal Layton, i bambini hanno acquisito nuove conoscenze in merito ai comportamenti scorretti e poco rispettosi della natura, hanno imparato che non si è mai troppo piccoli per fare la differenza, che ogni giorno si possono fare grandi e piccole cose per proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale e naturale della Terra.
“Ma ancora più straordinario – evidenziano le insegnanti che hanno portato avanti il progetto, tra cui Giovanna Tortorici, Annalisa Augello, Vanessa Sgro’ e Giusy Guardino, è stato l’impegno che questi piccoli hanno messo nel realizzare, ciascuno a casa propria, un video personale in cui, ognuno di loro, racconta una parte ciò che ha appreso, rivolgendosi ad un pubblico più vasto, al quale vengono fatte anche importanti raccomandazioni. Insieme ai compagni – sottolineano le insegnanti – hanno ipotizzato soluzioni semplici, attuabili nella vita quotidiana per rimediare al disastro causato dall’uomo. Il risultato finale è un video in cui la loro insegnante, Rosaria Calandrino, ha messo tutto insieme: pensieri, sorrisi, abbracci virtuali con il pianeta Terra, attività grafico pittoriche, il lavoro di team svolto in questi mesi, insieme anche a tante foto. Tutte le foto che i bambini hanno fatto durante la fase 2 , a contatto con la natura, al mare e in campagna, quando finalmente hanno potuto godere di un po’ di libertà.
La DAD, che al Primo Circolo di Sciacca, diretto dal dirigente scolastico, Gabriella Scaturro, non si è mai fermata, anzi, ha raggiunto la quasi totalità degli alunni, ha dimostrato quanto sia fondamentale sempre, e in questo momento storico ancor di più, la collaborazione tra scuola e famiglia”.


Warning: A non-numeric value encountered in /var/www/web9/web/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008