Una bambina di Sciacca muore per aneurisma cerebrale ed i genitori autorizzano l’espianto degli organi

Hanno letto: 11890

E’ morta per aneurisma cerebrale Carola Benedetta Catanzaro, di 10 anni, di Sciacca, ed i genitori hanno autorizzato l’espianto degli organi. Grazie al nobile gesto di questa famiglia altri bambini potranno vivere.

La piccola era stata trasferita in elisoccorso dal Giovanni Paolo II di Sciacca al nosocomio palermitano, ma non c’è stato niente da fare per salvarle la vita. Carola Benedetta frequentava la quinta elementare nel plesso di via Catusi del primo circolo didattico di Sciacca.

Il grande cuore di Sciacca si è manifestato anche in questa occasione. Altri genitori, nel passato, quando i loro figli hanno perso la vita, hanno deciso di donare gli organi.