Venuti al Comune di Sciacca: “Medici di altri reparti al pronto soccorso”

1276

Il commissario dell’Asp di Agrigento, Gervasio Venuti, è stato questa mattina al Comune di Sciacca dove ha incontrato il sindaco, Francesca Valenti. Dopo la conferenza stampa sulla carta di identità elettronica il sindaco, sulle questioni della sanità, ha ritenuto di non favorire la partecipazione di altri all’incontro su un tema “un filino” più importante. Niente comitato sanità e solo operatori dell’informazione che hanno appreso, magari casualmente, dell’incontro e si sono presentati a palazzo di città. La settimana scorsa il sindaco aveva annunciato con un comunicato stampa che avrebbe convocato i vertici dell’Asp. Oggi ha preferito riceverlo non dando alcuna notizia dell’incontro. Per quanto riguarda il pronto soccorso, che adesso ha soltanto sei medici e il primario, l’impegno del commissario, secondo quanto si è appreso, è quello di fare una rotazione tra i medici delle altre unità operative che hanno la specializzazione in chirurgia d’urgenza e ce ne sarebbero tanti, che verrebbero applicati al pronto soccorso. Questo in attesa delle assunzioni a tempo indeterminato alle quali nell’Asp di Agrigento non si è potuto procedere perchè le ultime graduatorie risalgono al 2005, a 11 anni fa. L’Asp di Trapani, invece, ha graduatorie relative ad anni successivi ed ha potuto procedere alle assunzioni. Venuti ammette che da quando Sciacca non è più azienda ospedaliera è più difficile governare la sanità in un territorio così importante e aggiunge che sono giustificate le lamentale per le attese al Pronto soccorso. (Nella foto, il commissario dell’Asp di Agrigento, Gervasio Venuti)