Violenza sessuale in una casa di piazza Carmine a Sciacca, escort colombiana conferma in aula le accuse

4047

Una escort colombiana ha confermato in aula, al Tribunale di Sciacca, le accuse nei confronti di Mohamed Elhasha, di 23 anni, egiziano, accusato di due episodi di violenza sessuale e uno di tentata violenza in una casa di piazza Carmine, a Sciacca. La vicenda si riferisce al luglio del 2020 e l’egiziano si trova in carcere a seguito dell’arresto operato dal commissariato di polizia di Sciacca.

La giovane ha affermato che l’uomo non avrebbe voluto pagare l’intera somma e che poi l’avrebbe strattonata e violentata. Questo il primo episodio, del 5 luglio 2020.  Nel secondo, dell’11 luglio, altro rapporto non consenziente con la giovane che sarebbe stata schiaffeggiata. La colombiana è parte civile al processo, assistita dall’avvocato Piero Casandra. L’egiziano è difeso dall’avvocato Calogero Lanzarone. Un’altra colombiana, non ancora rintracciata, è stata citata per la prossima udienza.