Zappia manda medici di Agrigento in Urologia a Sciacca

1925

Il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, Mario Zappia, deciso di mandare medici dell’ospedale di Agrigento nel reparto di Urologia del Giovanni Paolo II di Sciacca dove e’ rimasto attualmente in servizio solo il direttore facente funzioni, Michele Barbera. “La cronica carenza di medici a livello regionale e nazionale – afferma il commissario – è ormai nota anche ai non addetti ai lavori, con ripercussioni pesanti su alcuni servizi in tantissime strutture. La direzione strategica sta comunque tentando in tutti i modi di accelerare le procedure concorsuali e nel frattempo sta  utilizzando al massimo la flessibilità organizzativa chiedendo ai medici di poter garantire il servizio anche su più ospedali. Va detto che, presso l’unità di Urologia del presidio ospedaliero ‘Giovanni Paolo II’ di Sciacca è in atto garantita non solo l’attività ambulatoriale ma anche tutti gli interventi in emergenza e le prestazioni per i pazienti oncologici in cura urologica proprio grazie ad un provvedimento urgente che dispone la presenza dei medici dell’Urologia di Agrigento anche presso il reparto di Sciacca. E’ nostra intenzionedefinire in tempi brevi la selezione concorsuale per la nomina del nuovo direttore dell’UOC di Urologia e avviare le procedure concorsuali per l’assunzione dei dirigenti medici previsti in pianta organica, in atto carente di alcune unità. La direzione,nell’esprimere un vivo ringraziamento al personale attualmente in servizio per lo spirito di abnegazione mostrato in questi periodi difficili – conclude Zappia –  conferma inoltre l’impegno e l’attenzione che il presidio ospedaliero di Sciacca richiede, rappresentando una struttura fondamentale per la sanità provinciale”.