Le biblioteche comunali di Sciacca e Montevago riceveranno un contributo statale per l’acquisto di libri

739

La biblioteca comunale di Sciacca “Cassar” è tra le istituzioni culturali che beneficeranno di un contributo dello Staro per l’acquisto di libri.

Il contributo concesso – comunicano il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla Cultura Gisella Mondino – ammonta a circa 9.200 euro ed è stato riconosciuto a seguito di istanza presentata dal Comune di Sciacca al Ministero della Cultura nell’ambito del decreto di riparto del “fondo emergenze imprese e istituzioni culturali” concernente il sostegno del libro e dell’intera filiera libraria”.

“Il nuovo finanziamento – dicono il sindaco Valenti e l’assessore Mondino – ci consentirà di continuare ad arricchire e ampliare di altri interessanti e utili volumi il patrimonio della nostra biblioteca. Col finanziamento ottenuto nel 2020, abbiamo già dotato la biblioteca di 550 nuovi libri, dalla narrativa contemporanea alla storia locale, dagli eroi antimafia agli inbook, dai saggi sulle nostre eccellenze artistiche a fantastiche fiabe per bambini che invitiamo tutti a consultare e a prendere in prestito per la lettura”.

A beneficiare anche del contributo statale è la biblioteca comunale “Salvatore Ruvolo” di Montevago.

“Dopo il primo contributo dell’anno scorso – dice il sindaco Margherita La Rocca Ruvolo – anche stavolta è stata accolta la nostra istanza dal ministero della Cultura. Stavolta abbiamo ricevuto una somma più consistente che ci consentirà di potenziare ulteriormente l’offerta della nostra biblioteca con l’acquisto di centinaia di libri di vario genere. Siamo contenti di questo nuovo contributo anche perché sulla biblioteca, importante luogo di confronto e studio, abbiamo investito molto ristrutturando la struttura, acquistando nuovi scaffali, abbattendo la barriere architettoniche per consentire l’accesso alle persone con disabilità e attivando la connessione wifi per gli utenti”.

L’elenco dei beneficiari della misura prevista dal decreto del Ministro della Cultura n. 191 del 24 maggio 2021 è stato approvato con il decreto di settembre n. 550 del dirigente della Direzione generale delle biblioteche e del diritto d’autore del Ministero per i beni e le attività culturali.