Scuola di Calamonaci vince un concorso regionale sulla Shoah

1108

L’Istituto Comprensivo “Don Bosco”, diretto dalla professoressa Anna Maria Conti, ha preso parte al concorso regionale “La Shoah, gli eccidi Nazisti e i luoghi della guerra”, promosso dal Comune di Castiglione di Sicilia in provincia di Catania, risultando vincitore assoluto per la propria classe di concorso.
La classe 3° del distaccamento di Calamonaci “V. Spataro”, coordinata dalla professoressa Elena Accardi, ha realizzato un cortometraggio dal titolo: “La corrispondenza epistolare tra Giovanna e Santo. Febbraio 1942-Dicembre 1943”.
I vincitori del concorso verranno premiati nella giornata di lunedì 27 gennaio 2020all’interno della Sala Consiliare del Comune di Castiglione di Sicilia, durante una cerimonia ufficiale.

Il cortometraggio racconta la storia di una grande amicizia, quella tra Giovanna e Santo. Il loro reciproco affetto li terrà uniti e li sosterrà durante gli anni difficili della II Guerra Mondiale.
Due piccoli paesi siciliani Castiglione di Sicilia e Calamonaci faranno da sfondo alla loro corrispondenza epistolare, alle loro paure, alle loro speranze, alla loro quotidianità.
Giovanna e Santo non si rincontreranno mai più, Giovanna riuscirà a salvarsi durante il bombardamento avvenuto a Calamonaci il 28.05.1943, Santuzzo troverà la morte ucciso dai Nazisti a Castiglione di Sicilia il 12.08.1943.

Il concorso è stato indetto con lo scopo di far comprendere ai giovani studenti il vero significato della “Giornata della Memoria”, una memoria che non va soltanto celebrata il 27 gennaio di ogni anno, ma ogni giorno nei piccoli gesti quotidiani. Il sindaco del Comune di Calamonaci, Pellegrino Spinelli, si dice essere orgoglioso del lavoro svolto e della sensibilità dei suoi piccoli concittadini, che si sono documentati presso l’archivio storico comunale, ma anche hanno raccolto le testimonianze dirette di chi questo tempo l’ha vissuto, come la signora Giovanna Gioia e il signor Vincenzo Riggi; entrambi hanno vissuto l’esperienza del bombardamento a Calamonaci nel maggio 1943.
L’amministrazione comunale, da che si è insediata, ha portato avanti progetti in sinergia con la scuola sempre allo scopo di promuovere la cultura, valore in cui crede molto. 
Dopo la premiazione del 27 gennaio, il cortometraggio verrà proiettato a Calamonaci alla presenza del sindaco e dell’amministrazione comunale, delle autorità militari e religiose, e anche dei genitori degli alunni. 


Warning: A non-numeric value encountered in /var/www/web9/web/wp-content/themes/Newspaper/includes/wp_booster/td_block.php on line 1008