Grave il giovane precipitato ieri dal tetto di un capannone lungo la SS 640, trasferito al Policlinico di Palermo

Hanno letto: 316

Il tetto del capannone sopra il quale stava lavorando il giovane, di Aragona, per controllare il persistere di alcune infiltrazioni d’acqua, si è sfondato facendolo precipitare da più di 10 metri. Il ventinovenne è in gravi condizioni ed è ricoverato al Policlinico di Palermo.

E’ precipitato da un’altezza di circa 10-15 metri riportando un politrauma cranio facciale. E’ accaduto in contrada Zaccanello, nei pressi della strada statale 640, la Agrigento-Caltanissetta, in territorio di Racalmuto, dove un ventinovenne di Aragona è rimasto gravemente ferito e, dopo il ricovero presso l’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta, i medici hanno deciso di trasferire il giovane al Policlinico di Palermo, proprio per la gravità dei traumi riportati. A destare maggiore preoccupazione è il trauma cranio facciale, motivo per il quale si è reso necessario trasferirlo dal Sant’Elia di Caltanissetta al reparto Maxillo facciale del Policlinico di Palermo. Dell’incidente si stanno occupando i carabinieri della stazione di Racalmuto.