Mamma fa causa al Comune per la figlia disabile, manca l’assistente alla comunicazione

Hanno letto: 1085


E’ stato il genitore a rivolgersi al giudice per ottenere l’assistente alla comunicazione per la propria figlia che secondo le disposizioni di legge, gli alunni con disabilità ne hanno diritto per dieci ore settimanali. La mamma di una ragazzina disabile che frequenta un istituto di scuola media inferiore del capoluogo di provincia, ha fatto così ricorso al Tribunale contro il Comune di Agrigento affinché venga accertato e dichiarato, in via d’urgenza, il diritto della figlia a poter fruire del servizio.

Servizio quello alla comunicazione che il Comune di Agrigento al momento, non garantisce per gli studenti che ne hanno il diritto.