Migliorano le condizioni del giovane precipitato da un’altezza di 15 metri, ottimismo dal Policlinico di Palermo

Hanno letto: 232

Il giovane, di 29 anni, di Aragona, era precipitato, domenica scorsa, dal tetto di un capannone, vicino Racalmuto, lungo la statale Agrigento-Caltanissetta, sul quale era salito per verificare il persistere di alcune infiltrazioni d’acqua che lo stavano danneggiando. Ha fatto un volo di 10-15 metri riportando un brutto politrauma facciale e diverse fratture agli arti inferiori e superiori.

Dopo l’incidente, il ventinovenne era stato trasportato al Sant’Elia di Caltanissetta ma i medici, constatata la gravità dei traumi riportati, ne avevano disposto il trasferimento al Policlinico di Palermo dove, tutt’ora, il giovane è ricoverato in prognosi riservata. Le sue condizioni, però, starebbero lentamente migliorando e i medici del Policlinico lo hanno estubato permettendo al ragazzo di respirare autonomamente. Le prossime 72 ore saranno determinati per lui. Dell’incidente, in contrada Zaccanello, si sono occupati i carabinieri di Racalmuto che stanno ricostruendo la dinamica dell’accaduto.