Erosione ad Eraclea Minoa, disposto lo sgombero di due stabilimenti balneari danneggiati

Hanno letto: 852

L’assessorato regionale del Territorio e dell’Ambiente, con una nuova ordinanza, ha disposto l’interdizione alla fruizione del litorale e della pineta di Eraclea Minoa.

Le strade di accesso alle spiagge sono state già chiuse. Disposto anche lo sgombero dei due stabilimenti balneari. Sia i titolari degli stabilimenti che i loro dipendenti sono stati, di fatto, messi in ginocchio da quella che è ormai, veramente, un’emergenza. 

Si tratta del Lido Bellevue, per il quale è fatto obbligo di smontare, sgomberare e pulire l’area demaniale già occupata dallo stabilimento oggi parzialmente crollato a causa dell’azione erosiva del mare e del Lido Garibaldi che risulta, invece completamente allocato dentro lo specchio acqueo sorretto da palificazioni che determinano la precarietà della struttura stessa e per il quale, dispone sempre l’ordinanza, è fatto obbligo di evacuare il lido in cui è interdetta la fruizione”.

I titolari dei due stabilimenti, nei mesi scorsi, avevano già effettuato lavori di manutenzione straordinaria che a nulla sono valsi vista la continua erosione della costa nel tratto di Eraclea Minoa.