Lo “zio Antonino” festeggia ben 107 anni, il sindaco: “A Sambuca sempre più ultracentenari, segno che qui si vive bene”

5741

In tempi di coronavirus una Rsa dove non si registra nemmeno un contagio è già un dato confortante, a maggior ragione se l’età media dei circa trenta ospiti è di oltre novantanni, con due ultracentenari uno dei quali ha tagliato oggi il traguardo di 107 anni.

Nella casa di riposo “Collegio di Maria” di Sambuca di Sicilia, Antonino Ferraro – un coltivatore diretto in pensione, che gode ottima salute, è lucido e ha una memoria perfetta – ha festeggiato il suo compleanno attorniato dai familiari (la figlia Maria Grazia, il genero Michele Gandolfo, due nipoti e tre pronipoti), dagli altri ospiti della struttura, dall’arciprete Don Lillo Di Salvo e dal sindaco del paese, Leo Ciaccio, con tanto di fascia tricolore.

“Ho voluto porgere allo ‘zio Antonino’, come lo chiamiamo affettuosamente – ha detto il sindaco, gli auguri di tutta la comunità di Sambuca, dove non solo nella casa di riposo ma in tutto il paese non si è fortunatamente registrato nemmeno un caso di contagio grazie anche al rispetto rigoroso delle misure e dei protocolli di sicurezza da parte di tutta la popolazione. Inoltre a Sambuca abbiamo un numero record di ultracentenari, segno che questo è un luogo salubre, dove si vive bene”.