Gli Alfaniani La Placa e Mauceri approvano il bilancio e salvano la giunta comunale di Menfi

Da un lato lo strumento finanziario, la cui mancata approvazione avrebbe comportato conseguenze per il consiglio, e dall’altro la scadenza elettorale delle amministrative, nella prossima primavera. A Menfi ieri sera, in consiglio comunale, il bilancio è stato approvato grazie a due consiglieri di Alleanza Popolare, Luigi La Placa e Giuseppe Mauceri, esponenti dell’opposizione, che però hanno votato favorevolmente. Il capogruppo di Ap, Nadia Curreri, si è astenuta. Le motivazioni addotte dai due sono state di carattere tecnico. La Placa perchè la spesa sostenuta aveva coperto soltanto l’ordinaria amministrazione ed i servizi essenziali oltre che Inycon, e Mauceri per un giudizio positivo sul piano delle opere pubbliche, giudicato più robusto rispetto al passato. Questa non è stata l’unica sorpresa. Due consiglieri del Pd, Saverio Palminteri e Andrea Pellegrino, si sono astenuti. E si è astenuta anche Antonella Tarantino, di Menfi 2020, gruppo di maggioranza. Il bilancio è passato con 10 voti favorevoli, 5 contrari e 4 astenuti. Senza il soccorso di Ap non ci sarebbe stato niente da fare. E questo potrebbe avere una chiave di lettura anche di carattere politico, a pochi mesi dalle elezioni, con il sindaco Lotà che potrebbe scendere ancora in campo. Con quale coalizione, però, lo si verificherà nei prossimi mesi. Lotà e quasi tutti gli assessori della sua giunta alle scorse Regionali sono stati in campo per il candidato del Pd poi eletto, Michele Catanzaro.