Nominato un consulente esterno per attivita’ urbanistiche a Menfi, l’opposizione: “Mai un confronto con le minoranze”

865

I consiglieri comunali del gruppo consiliare “Idea Menfi”, Vito Clemente, Ezio Ferraro, Sandro La Placa, Andrea Alcuri, Rossella Sanzone hanno presentato un’ interrogazione sulla determinazione sindacale dello scorso dicembre con cui il Sindaco ha conferito incarico di esperto all’ingegnere Paolo Di Loreto, per la durata di mesi 12 con compenso pari ad euro 18.000, per l’attività di supporto, di consulenza, di programmazione, per l’espletamento delle attività attinenti la verifica ed il controllo delle procedure inerenti attività urbanistiche in essere e relativamente alla revisione del PRG e alla verifica ed applicazione della nuova legge Urbanistica 19/2020, all’iter di approvazione del Piano di Utilizzo del Demanio Marittimo, al Piano di recupero di Porto Palo.

I consiglieri lamentano che nonostante lo stesso professionista si sia già confrontato diverse volte con gli organi politici di maggioranza e con i componenti dell’Ufficio di Piano per discutere della revisione del PRG, è stato omesso di coinvolgere la minoranza consiliare e la comunità su un tema che da sempre è stato oggetto di condivisione tra tutte le forze politiche e società civile.

Inoltre, secondo i consiglieri comunali il sindaco ha deciso di modificare la costituzione dell’Ufficio del PRG senza esplicitare nella stessa determinazione le motivazioni che hanno indirizzato verso la scelta di modifica di un Ufficio di Piano che finora ha diligentemente operato tanto che il progetto di massima del PRG è stato regolarmente approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione del 2017, anche con il voto favorevole di attuali componenti dell’Amministrazione e della maggioranza consiliare.
I consiglieri pertanto, chiedono una dettagliata relazione circa l’attività fin qui svolta dall’esperto del Sindaco in ordine all’incarico conferito con determinazione sindacale, una dettagliata relazione del confronto avviato dallo stesso professionista con gli organi politici di maggioranza e con i componenti dell’Ufficio di Piano per discutere della revisione del PRG e le motivazioni che hanno indirizzato il Sindaco ad adottare la scelta di modificare l’Ufficio.