Cessione di metadone a Ribera, pena anche in appello

1636

I giudici della quarta sezione della Corte di Appello di Palermo hanno confermato la sentenza del gup del Tribunale di Sciacca che ha condannato Attilio Manisi, di 34 anni, di Ribera, a 3 anni di reclusione e 18 mila euro di multa per la cessione di metadone ad Alessio Cusumano, il ventunenne di Ribera che successivamente è deceduto.

Manisi era già stato assolto in primo grado e la sentenza non è stata impugnata dalla procura per il capo d’imputazione di morte o lesione come conseguenza di altro delitto.

Attilio Manisi, difeso dall’avvocato Giuseppe Lo Gioco, ha sostenuto sostenuto che quella cessione è avvenuta per amicizia tra i due e non a scopo di lucro da parte. La vicenda si riferisce agli inizi di novembre del 2020 quando a Cusumano è stato ceduto metadone del tipo “amaro”, a maggiore concentrazione.