Controlli antiassenteismo nelle strutture sanitarie di Ribera, la Procura di Sciacca chiede tre archiviazioni

Hanno letto: 1383

La Procura della Repubblica di Sciacca, con il sostituto Michele Marrone, ha chiesto al gip l’archiviazione per tre indagati nell’indagine “Ghost Rider”, svolta dalla Guardia di Finanza, riguardante presunti casi di assenteismo dal lavoro nelle strutture sanitarie di Ribera.

Le richieste di archiviazione riguardano il medico Maria Garufo, di 61 anni, di Cattolica Eraclea, e i dipendenti Nino Aquilino, 63 anni, di Cattolica Eraclea, e Francesco Baiamonte, di 55 anni, di Ribera. Per la Procura di Sciacca non si sono mai assentati dal lavoro e gli accertamenti hanno evidenziato che il loro allontanamento non era ingiustificato, ma rientrava nell’ambito delle attività lavorative. I tre accompagnavano pazienti psichiatrici presso un vicino bar. Tutto questo è stato verificato e risulta evidente che i tre stavano comunque continuando a svolgere il proprio lavoro, essendo rimasti in contatto con i pazienti psichiatrici bisognosi di assistenza. A conclusione delle indagini ci sarebbero anche altre richieste di archiviazione, ma per motivazioni diverse.

Questa vicenda giudiziaria ha già portato a quindici rinvii a giudizio e a un patteggiamento.