Lavoratori Comune di Ribera, la CGIL pronta alla mobilitazione

999

La F.P. CGIL di Agrigento è stata costretta a sollecitare, ancora una volta, la ripresa della contrattazione decentrata, ferma ormai da troppo tempo, ricordando che tale ritardo comporta ogni anno per i lavoratori una perdita oltre che economica anche previdenziale.

La scrivente Organizzazione Sindacale – dichiarano il Coordinatore Provinciale Funzioni Locali Pietro Aquilino e il R.S.A Luigi Marino, in una nota- , ritiene necessario evidenziare come attraverso l’applicazione degli Istituti Contrattuali previsti dalla Contrattazione Decentrata, effettuata nei tempi dovuti, l’Amministrazione Comunale potrebbe determinare la distribuzione delle risorse per poter finanziare tutte le attività utili al raggiungimento degli obiettivi politico-amministrativi e nel contempo finanziando istituti importantissimi, quali turnazione, reperibilità, servizio esterno, indennità per particolari responsabilità ed anche la predisposizione di progetti e la performance organizzativa ed individuale secondo un’ ottica del merito e del miglioramento continuo, potrebbe offrire servizi adeguati alla comunità riberese.
Si vuole altresì evidenziare la necessità di convocare un tavolo tecnico al fine di discutere le problematiche inerenti il precariato per l’adeguamento contrattuale al personale attualmente con contratto part-time e della stabilizzazione del personale ASU in servizio ormai da diversi anni presso l’Ente comunale”.
La F.P. CGIL aggiungono i due sindacalisti esprime il proprio rammarico per il mancato riscontro alle richieste precedenti, ciò nonostante si rende disponibile al confronto. “Per quanto ci riguarda come Sindacato- ribadiscono Aquilino e Marino- saremo accanto ai lavoratori in questa triste vicenda, denunciando nelle sedi opportune le responsabilità e gli artefici di tali inadempienze
“.