Monitoraggio della costa al Magazzolo di Ribera, rinvenuti cumuli di boccette di metadone e lastre di eternit

1861

Il Wwf Sicilia Area Mediterranea ha organizzato su tutta la fascia costiera meridionale siciliana delle operazioni di monitoraggio al fine di rilevare eventuali emergenze ambientali presenti sulle nostre terre. Stamattina è stato il turno di Ribera dove per l’occasione hanno aderito l’amministrazione comunale, le associazioni Seccagrande Sub e Nica Onlus che hanno contribuito in modo determinante alla necessaria logistica, fornendo ai volontari dispositivi di protezione individuale per muoversi in tutta sicurezza.

Oggetto di monitoraggio è stato il tratto di costa che va da Seccagrande alla foce del fiume Magazzolo dove i volontari hanno raccolto decine di sacchi di rifiuti differenziandoli in plastiche, metalli, vetro e non riciclabili, che il Comune provvederà a ritirare per il corretto conferimento nel ciclo dei rifiuti. Proprio alla fiume.

All’iniziativa erano presenti gli assessori Emanuele Macaluso, Leonardo Augello e Mariella Ragusa, raggiunti poi dal sindaco Matteo Ruvolo e in chiusura dall’assessore Giuseppe Tramuta.

Tanti sono stati anche i bambini che al seguito delle famiglie hanno partecipato all’operazione, restituendo una speranza ai tanti spettatori che ci si augura in seguito possano diventare partecipi.