Omicidio La Corte a Ribera, perizia per stabilire la capacità di intendere e di volere di Italiano

Hanno letto: 1605

Il giudice del Tribunale di Sciacca Antonino Cucinella ha disposto la perizia su Salvatore Italiano, di 62 anni, di Ribera, per stabilire la sua capacità di intendere e di volere. L’uomo è accusato dell’omicidio di Gaetano La Corte, di 75 anni, anch’egli riberese.

La Corte sarebbe stato strangolato da Italiano all’interno di una struttura per anziani con disabilità psichica. Salvatore Italiano ha confessato dinanzi al sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca Roberta Griffo, mentre nell’udienza di convalida del fermo, dinanzi al giudice Antonino Cucinella, si è avvalso della facoltà di non rispondere. La richiesta della perizia è stata avanzata al giudice dal difensore di Italiano, l’avvocato Giovanni Di Caro. I carabinieri sono intervenuti presso il centro dove i due erano ospitati, ricevuta, dal personale della struttura, la segnalazione riguardante il decesso di una persona ricoverata. Italiano, intanto, si era allontanato dalla struttura.  Secondo la ricostruzione dei carabinieri avrebbe strangolato La Corte per piccoli attriti pregressi.