Parcheggi per le donne in gravidanza a Ribera, la richiesta del 5 Stelle

2106

Vincenzo Rossello del Movimento 5 Stelle di Ribera ha effettuato una richiesta al sindaco Matteo Ruvolo al fine di allestire, come già hanno fatto diverse città italiane, i cosiddetti “Parcheggi Rosa” , dei parcheggi dedicati alle donne in gravidanza o con figli piccoli di un anno. I Parcheggi Rosa hanno l’obiettivo di agevolare la vita delle donne in un momento delicato come la maternità, rendendo meno faticosa la ricerca di un parcheggio.

“Come Movimento 5 Stelle Ribera – ha detto Vincenzo Rossello – negli anni passati abbiamo sempre sollecitato l’amministrazione comunale all’adozione e l’istituzione dei cosiddetti Parcheggi Rosa.
Abbiamo pensato alle strisce rosa, pur non essendo espressamente previste dal codice della strada, perché la loro istituzione fa parte di una norma di buon senso.
Già in molte altre città il parcheggio rosa è una realtà, e non è altro che un’area gratuita distribuita in tutta la città, per permettere la sosta alle mamme in attesa davanti ai principali uffici pubblici, banche/poste, farmacie, ospedali e scuole.
Un gesto di civiltà, appositamente destinato, che agevola la vita delle donne in un momento così delicato come la maternità, rendendo meno faticosa la ricerca di un parcheggio.
Inoltre, con l’avvicinarsi dell’inizio dell’anno scolastico, riteniamo sia necessario procedere con la massima urgenza al rifacimento della segnaletica orizzontale in prossimità delle scuole, sia per ragioni di sicurezza dei pedoni che per favorire la viabilità.
Anche nel rifacimento delle strisce pedonali si potrebbe procedere con un tocco di colore. Si è visto, infatti, che gli attraversamenti pedonali bianchi e rossi (nonostante il colore rosso non sia espressamente previsto dal codice della strada) conferiscono maggiore visibilità e maggiore sicurezza rispetto alle strisce zebrate.
Questo perché la scelta del colore rosso, evocando un pericolo, influisce psicologicamente sugli automobilisti inducendoli a rallentare.
Ciò che chiediamo, quindi, – conclude – non è solo una operazione di ristrutturazione del look stradale, ma soprattutto un servizio offerto alla cittadinanza per rendere più sicura sia la circolazione veicolare che il transito pedonale”.