Ribera, quasi 50 educatori e lavoratori delle Cooperative Sociali senza stipendio da mesi, appello all’amministrazione Ruvolo

1165

Gli assistenti all’Autonomia, le educatrici e i dipendenti delle Cooperative Sociali di Ribera sono senza stipendio dallo scorso mese di Marzo e auspicano un intervento da parte dell’amministrazione crispina.


Sembrerebbe grave la situazione per circa 49 lavoratori delle Cooperative Sociali, impiegati nei servizi ai disabili delle scuole dell’obbligo operanti sul territorio del comune di Ribera, rimasti senza stipendio, ormai, dallo scorso mese di marzo dopo l’interruzione forzata delle attività didattiche a causa del lockdown. In prima linea, dunque, educatrici ed educatori dell’assistenza e dell’integrazione scolastica di ogni ordine e grado dell’istruzione (educatrici ed Assistenti all’Autonomia e alla comunicazione scolastica) che lavorano nei servizi scolastici sospesi dal 23 febbraio 2020 a causa dell’emergenza Covid-19.
Per tale motivo, i lavoratori si appellano all’amministrazione crispina che dovrà adoperarsi, in primis, per l’avviamento del servizio all’inizio dell’anno scolastico, ed eventualmente utilizzare anche il servizio a distanza e domiciliare dove possibile. “Ci rivolgiamo all’amministrazione Ruvolo – evidenzia il coordinatore del Terzo Settore, Matteo Lo Raso – auspicando un intervento per ridurre il disagio in cui si trovano decine di lavoratori e le loro famiglie e per l’attivazione di servizi a supporto della didattica delle scuole.”