Chiusa per ripetuti raid vandalici la villa comunale “La Passeggiata” di Santa Margherita Belice

918

Rimarrà chiusa fino a lunedì 27 settembre la villa comunale “La Passeggiata” di Santa Margherita Belice.

Ha subito negli ultimi mesi ripetuti raid vandalici da rendere necessari una serie di lavori. Bisognerà ripristinare l’illuminazione, riparare le panchine, sistemare la recinzione.

I componenti dell’associazione “Quarantena 2020” hanno deciso di segnalare ai carabinieri della stazione di Santa Margherita Belice quanto sta accadendo e, intanto, sono stati costretti a chiudere per riparare i danni.

“Noi facciamo il possibile per tenere la villa in buone condizioni – dice Calogero Governale, presidente dell’associazione – ma non possiamo fronteggiare un’ondata vandalica come quella che si è registrata negli ultimi mesi. Dispiace per i danni che abbiamo subito, anche a sedie e tavoli, oltre che alla cartellonistica, e pure per il segnale negativo che viene dato alla gente. La villa è un bene di Santa Margherita Belice che deve essere custodito e non vandalizzato”.

L’associazione gestisce la villa in virtù di una convenzione sottoscritta con il Comune di Santa Margherita Belice a novembre del 2020.

La villa rappresenta un pezzo della storia margheritese: realizzata nel 1838 per volere del principe Alessandro IV Filangieri, figlio di don Nicola I Filangieri principe di Cuto’ che alcuni anni prima, nel 1812, ha ospitato nel suo palazzo di Santa Margherita la regina Maria Carolina e il re Ferdinando IV di Borbone.