Democrazia partecipata, collocate bacheche d’informazione turistica a Santa Margherita

1328

Sono poste presso il Belvedere del Calvario, l’Antica Palazzata e la Chiesa della Madonna delle Grazie.

Si completa così l’azione dell’Amministrazione Comunale che, in totale sinergia, ha voluto fortemente porre in essere le indicazioni dei cittadini Margheritesi in riferimento alle azioni di ‘Democrazia partecipata” per gli anni 2019 e 2020.

Oltre alle bacheche turistiche sono stati sistemati e riqualificati gli ingressi al paese del “Quadrivio” e di “Porta Nuova”.

In applicazione dell’art. 3, comma 1, della L.R. 5/2014 “Democrazia partecipata”, la quota del 2% dei trasferimenti regionali è stata utilizzata per riqualificare i principali ingressi alla Città del Gattopardo.

Il tutto, a seguito delle proposte avanzate da alcuni cittadini margheritesi.

In riferimento all’anno 2019, l’intervento ha permesso di piantumare due file di oleandri ai lati della strada che conduce al quartiere San Liborio (Case Popolari).

Sono stati sistemati gli spartitraffico con la collocazione di piante e pitturati i segnali stradali.

L’intervento previsto, come da trasferimento di fondi regionali; è stato di €.6000,00 e €. 2000,00 per le tabelle turistiche.

Con il trasferimento regionale 2020, in maniera celere, si è provveduto alla sistemazione e riqualificazione dell’ingresso zona Porta Nuova.

Sono stati sistemati i guard rail e il muretto con le antiche inferriate.
È stata riqualificata l’area del Bevaio di Porta Nuova che è già stato pulito in due occasioni.

“Due dei principali ingressi – scrive il sindaco Valenti – alla Città del Gattopardo sono stati sistemati e riqualificati e costituiscono un bel “biglietto da visita” per i turisti e per quanti si recano e fanno ingresso a Santa Margherita di Belice.

Grazie ai cittadini che hanno avanzato le proposte di riqualificazione prontamente recepite dall’Amministrazione Comunale.

Grazie ai volontari che hanno permesso di continuare a tenere puliti i luoghi e che hanno donato anche alcune piante.

Gli ingressi del paese continueranno ad essere attenzionati per provvedere a superare le problematiche che man mano si presentano.

Certo, qualche pianta può anche seccare, qualche altra può essere oggetto di vandalismo, qualche cartello può avere bisogno di ripristino, qualche sito ha bisogno di intervento di recupero e pulizia, , ma l’impegno certamente non mancherà per rendere sempre più bella, pulita ed accogliente la città Del Gattopardo.

I progetti di democrazia partecipata non si esauriscono qui, prossimamente, come segnalato da alcuni giovani per la “Democrazia partecipata 2021, sarà riqualificata l’area dell’ex Palazzo Saieva/Lombardo poi demolito.