Incendio in una campagna di Santa Margherita Belice, due assoluzioni

814

Assolti due margheritesi nel processo scaturito da un incendio in pieno agosto in una campagna del centro belicino con le fiamme che hanno lambito un’abitazione. Le indagini hanno portato a ritenere omissioni negli interventi di pulizia dei terreni dei vicini e la citazione a giudizio di Francesco Monteleone, di 84 anni, e Giovanna Monteleone, di 66, che adesso sono stati assolti dal Tribunale di Sciacca, perché il fatto non sussiste.

La sentenza è stata emessa dal giudice monocratico del Tribunale di Sciacca, Dino Toscano, al termine di un’istruttoria dibattimentale e della discussione del pubblico ministero e della difesa, con l’avvocato Nino Augello.

Anche il pubblico ministero ha concluso chiedendo l’assoluzione di Francesco e Giovanna Monteleone. I due erano accusati di non avere mantenuto il loro fondo in condizioni adeguate ad evitare incendi. La difesa, con l’avvocato Augello, ha subito evidenziato un errore da parte di chi aveva indicato il terreno dei Monteleone come quello dal quale sarebbe partito l’incendio. “Era un terreno coltivato, mantenuto in maniera da non potere causare danni – ha affermato l’avvocato Augello -. Invece, il fuoco deve essere partito dalla strada, ma sicuramente non dal fondo dei miei assistiti che, come emerso anche dall’istruttoria dibattimentale, non hanno avuto alcuna responsabilità nell’incendio”. I fatti per i quali si è celebrato il processo si riferiscono al 28 agosto del 2017.