Santa Margherita di Belìce, intitolata una piazzetta del centro al Canonico Don Andrea Valenti

1285

È stata inaugurata ieri, in occasione del novantanovesimo anniversario della sua nascita, a Santa Margherita di Belìce una piazzetta del centro storico, tra la via San Francesco e la via della Libertà, al Canonico Rev.mo Don Andrea Valenti per il suo operato apostolico di sacerdote e pedagogo e ricordato per la sua grande umanità.

Don Andrea notoriamente chiamato “padre Valenti” nacque a Santa Margherita il 28 dicembre 1922 ed è venuto a mancare il 21 novembre del 2006.

Nel 1945, all’età di 22 anni fu ordinato sacerdote con dispensa del Papa per la sua giovane età. Iniziò la missione sacerdotale a Bivona, in qualità di Cappellano della Chiesa Madre. Per motivi di salute rientrò a Santa Margherita, dove svolse l’apostolato per circa undici anni sotto la guida dell’Arciprete Giuseppe Viola.

Nel 1953 fondò in Santa Margherita la Scuola Media “Sacro Cuore” legalmente riconosciuta. Dopo un periodo missionale nella parrocchia Santi Marcellino e Pietro di Tor Pignattara a Roma, nel 1962 venne nominato Vicario sostituto della Parrocchia di Sant’Antonio Abate di Santa Margherita di Belice. Chiesa che custodi per tutta la vita, anche se poi negli ultimi anni le sue funzioni hanno trovato sede nella Chiesa San Giuseppe.

Il 26 giugno 2005 celebrò in forma solenne il 60° anniversario del suo sacerdozio. Per l’occasione venne a Santa Margherita l’arcivescovo  Mons. Luigi Bommarito.

Nel 1995 Don Andrea  pubblicò il suo primo libro “Don Ferdinando”, storia fantastica di un prete.

Nel 1998 pubblicò un secondo libro “Miscellanea”, raccolta di scritti catalogati in tre generi: narrativa, cronaca e viaggio in Palestina.

Nel 2000 pubblicò il terzo libro: “Il conte di Manzil Sindi”  in cui rievoca anche la ieratica figura del Servo di Dio Padre Angelo Insinga.

Ieri è arrivata anche l’intitolazione della piazzetta, la cui cerimonia si è svolta nel pieno rispetto delle normative anticovid.