Perseguita 2 giovani e installa un localizzatore sulla vettura, divieto di avvicinamento per un trapanese

605


Le due amiche si erano rivolte ai Carabinieri in quanto l’atteggiamento di un 39enne risultava essere caratterizzato da continui contatti telefonici, molestie e pedinamenti.

Le vittime, hanno raccontato ai Militari dell’Arma, di vedersi sopraggiungere l’uomo in ogni luogo da loro frequentato, a nulla serviva cambiare locale per le uscite serali o finanche la città, l’uomo riusciva sempre a trovarle.
La minuziosa attività di indagine eseguita dai militari di Paceco ha portato all’individuazione di un dispositivo localizzatore installato dall’uomo sotto la macchina di una delle due ragazze che gli permetteva di monitorarne costantemente gli spostamenti. A seguito di un’attenta attività di indagine, eseguita dai Carabinieri di Paceco, pienamente condivisa dall’Autorità Giudiziaria, si e’ data esecuzione ad un’ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal Tribunale di Trapani, che impone al 39enne trapanese il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle presunte vittime, due 24enni del posto.