Violenta rapina in casa di un’anziana, arrestata donna a Petrosino

559

I Carabinieri della Stazione di Petrosino hanno arrestato una donna, di 32 anni, con precedenti di polizia, in esecuzione di un’ordinanza applicativa della misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Marsala per una violenta rapina in abitazione commessa ai danni di un’anziana vedova.

Il 9 agosto scorso, i Carabinieri di Petrosino si recavano presso l’abitazione di una pensionata nel quartiere Strasatti, dove era stata segnalata una rapina. Sul posto, i militari dell’Arma verificavano la presenza dell’anziana, di 82 anni, che, in stato di shock, presentava una grave ferita sull’arcata sopraciliare. Tranquillizzata la signora e fatta medicare presso il locale pronto soccorso, i Carabinieri riuscivano a capire che, poco prima, una giovane, illudendo la vedova di poterla mettere in contatto con il figlio, recatosi ormai da anni all’estero e del quale la madre non aveva notizie, riusciva a farsi aprire la porta di casa.
Una volta ottenuto l’accesso, la giovane iniziava a frugare nei cassetti dei mobili in cerca di soldi e gioielli, chiedendo con insistenza alla proprietaria di casa di darle tutti i contanti che aveva.
L’anziana tentava di reagire ma, a questo punto, la rapinatrice le si scagliava contro colpendola con calci e pugni, facendola rovinare a terra. Nella caduta, l’anziana sbatteva la testa ferendosi al volto e, probabilmente intimorita dall’accaduto, la rapinatrice si dileguava repentinamente facendo perdere le proprie tracce.
Immediatamente i Carabinieri di Petrosino e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Marsala davano inizio alla ricerca della rapinatrice. La visione delle telecamere di videosorveglianza di alcune abitazioni limitrofe, i particolari carpiti dalla vedova in sede di denuncia e l’intuito degli investigatori consentivano di individuare una possibile sospettata.
Raggiunta, la donna, con precedenti per reati simili, indossava gli stessi vestiti della rapinatrice (visualizzati nelle telecamere) e le indagini dei Carabinieri si concentravano dunque su di lei, per la quale è stato richiesto un provvedimento cautelare, emesso quest’oggi dal GIP di Marsala. La presunta rapinatrice è stata dunque arrestata dai Carabinieri ed ora sottoposta ai domiciliari, in attesa del processo.