30.6 C
Comune di Sciacca

MHEV, HEV, PHEV, BEV, cosa significano le sigle delle auto ibride? 

Pubblicato:

Ecco la guida per scoprire le sigle più utilizzate quando si parla di motorizzazioni elettriche e ibride.

Le evoluzioni e le innovazioni nel mondo dell’automotive sono state talmente veloci che gli automobilisti rimangono spiazzati davanti alle novità tecnologiche e alle nuove motorizzazioni elettriche e ibride che il mercato offre.
Sono tante le sigle e i nomi che identificano le nuove motorizzazioni ibride ed elettriche, per evitare di fare confusione e per fare la scelta giusta (soprattutto in un periodo in cui gli Ecoincentivi Statali incoraggiano a sostituire la nostra vecchia auto con motore termico), scopriamo cosa significano.

Per chiarire ulteriormente le differenze tra le diverse tecnologie di veicoli elettrici e ibridi, possiamo riassumere le caratteristiche principali di ciascuna:

  1. Auto ibride (MHEV, HEV e PHEV):
    • Mild Hybrid Electric Vehicle (MHEV): queste auto non sono delle vere e proprie auto ibride. Sono dotate infatti, di un sistema ibrido leggero in cui il motore elettrico ha solo la funzione di supportare il motore a combustione interna, migliorando l’efficienza del carburante e le prestazioni.
      Tuttavia, il motore elettrico non è in grado di muovere la vettura autonomamente. In parole più semplici: i veicoli mild hybrid hanno un sistema elettrico a supporto del motore termico ma non circoleranno mai in elettrico.
    • Plug-in Hybrid Electric Vehicle (PHEV): le auto ibride plug-in sono dotate di un motore termico e uno elettrico composto da due batterie. A differenza delle auto full hybrid, le plug-in possono percorrere distanze limitate (mediamente tra i 50 e i 100 km) in modalità completamente elettrica. Possono essere ricaricate tramite una presa domestica o stazioni di ricarica pubbliche ma possono essere comunque usate anche in modalità full hybrid per cui la batteria si auto ricarica in marcia e i motori elettrico e termico si alternano alla guida.
    • Hybrid Electric Vehicle (HEV): le auto full hybrid hanno le emissioni basse e quindi amiche dell’ambiente ma un’autonomia diversa rispetto al full electric, così come il mancato pensiero della ricarica alla colonnina.
      Sono dotate di un motore elettrico (una batteria che si auto ricarica quando interviene il motore termico, in frenata e in decelerazione) e uno termico. I due motori si alternano fornendo energia di trazione alle ruote pertanto un’auto full hybrid circola a carburante classico, in elettrico o usando entrambi i motori.
  2. Auto elettriche (BEV):
    • Battery Electric Vehicle (BEV): le vetture elettriche vengono definite erroneamente auto ibride quando, in realtà, hanno una sola fonte di alimentazione. Queste auto sono alimentate esclusivamente da un motore elettrico alimentato da batterie. Non emettono gas di scarico e non dipendono dai combustibili fossili. Possono essere ricaricate attraverso una presa domestica o stazioni di ricarica pubbliche e hanno un impatto ambientale praticamente nullo.

In sintesi, le auto ibride (MHEV, HEV e PHEV) combinano un motore a combustione interna con un motore elettrico, offrendo una maggiore efficienza rispetto alle auto tradizionali, mentre le auto elettriche (BEV) funzionano esclusivamente tramite energia elettrica, offrendo zero emissioni e un impatto ambientale minimo.

Mattia Martena
Mattia Martena
Lavoro da anni nell'automotive e la mia esperienza, oltre che tecnica, riguarda anche la comprensione dei dubbi e delle perplessità di chi si approccia all'acquisto di una nuova auto: come sceglierla? Qual è quella adatta? Come gestirla nel tempo? Ho unito la passione per le auto a quella per la scrittura e il risultato è quello che leggete qui.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img