Desideri un’abbronzatura più duratura? Ecco 3 trucchi per mantenerla più a lungo

1791

Finalmente dopo tante ore passate sotto il sole avete raggiunto l’abbronzatura desiderata, ma una volta terminate le vacanze, senza la giornaliera esposizione ai raggi solari, quel colorito bronzeo e uniforme che avete acquisito con tanta fatica rischia di scomparire velocemente lasciando spazio a screpolature, secchezza e macchie sulla pelle.

Come fare, dunque, a mantenere più a lungo l’abbronzatura? Vi sveliamo 3 trucchi.

  1. Cura l’alimentazione

Così come esistono alimenti che favoriscono un’abbronzatura più immediata, esistono cibi le cui proprietà aiutano a mantenerla più a lungo. Sono quegli alimenti contenenti flavonoidi, carotene e vitamine: frutta e verdura di colore giallo-arancio come carote, pesche, ma anche pomodori e peperoni; frutti rossi antiossidanti come fragole e ciliegie; la frutta secca; l’olio di oliva. È importante anche idratare spesso il nostro organismo e bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno

2. Evita il bagno, scegli la doccia

I bagni caldi tendono a seccare la pelle e a favorire la disidratazione . Preferisci, quindi, la doccia al bagno, meglio con acqua tiepida. Evita i bagnoschiuma classici, troppo aggressivi per la pelle, e usa quelli delicati e a base oleosa che idratano e ammorbidiscono l’epidermide.

Dopo la doccia, tampona la pelle con un asciugamano evitando di strofinarla, altrimenti rischi di desquamarla. Poi, idrata sempre con un olio o una crema.

3. Evita l’aria condizionata

Tendiamo spesso ad affrontare le giornate calde a casa o in ufficio con il condizionatore attivo. Ma non c’è nulla di più sbagliato se il nostro obiettivo è quello di mantenere più a lungo l’abbronzatura. L’aria condizionata, infatti, elimina l’umidità nell’aria ma anche sulla pelle rendendola secca e accelerando la perdita del colorito acquisito con tanta fatica. Quindi, a meno che non si idrati spesso la pelle con qualche crema idratante o olio secco, preferisci il classico ventilatore o il ventaglio.