Milan, Napoli e Inter: chi sarà avanti alla fine del girone d’andata?

732

L’ultima giornata ha confermato quello che era nell’aria da qualche settimana: l’Inter è rientrata pienamente in corsa per lo Scudetto e, anzi, potrebbe ritrovarsi in vetta già alla fine del girone d’andata. Non che il titolo di campione d’inverno porti qualcosa di concreto nella lotta al titolo, ma un’eventuale rimonta dei nerazzurri darebbe un chiaro segnale al campionato. Ad oggi Milan e Napoli restano favorite se non altro per i 4 punti di vantaggio sui campioni d’Italia, ma la flessione è evidente, soprattutto nel caso dei partenopei. Andiamo a studiare la situazione per le tre squadre impegnate nella “volata d’inverno”, una sorta di mini guida per chi ama scommettere sui migliori siti slot italiani.

Prima, però, una curiosità: da quando la Serie A è a 20 squadre, solo due volte il titolo di “campione d’inverno” è stato conteso da tre squadre. Nel 2011-12 la Juve comandava con 41 punti davanti a Milan e Udinese (40 e 38) mentre nel 2015-16 era il Napoli a guardare tutti dall’alto alla 19esima giornata, con 41 punti contro i 39 di Juve e Inter. In ballo ci sono ancora 18 punti, tutto può accadere.

Milan (32 punti)

Molto dipenderà, per i rossoneri, dall’esito della partita di Champions League contro l’Atletico. Una mancata vittoria a Madrid renderebbe di fatto ininfluente l’ultima partita del girone contro il Liverpool, il 7 dicembre. E, in effetti, quella settimana sarà decisiva per il Milan: 4 giorni dopo l’impegno coi “reds”, gli uomini di Pioli faranno visita all’Udinese, in un impegno che potrebbe rivelarsi insidioso nel caso in cui il “Diavolo” arrivasse scarico di energie per via della Champions. In questo senso, peraltro, va presa con le molle anche la partita col Sassuolo, domenica pomeriggio: già lo scorso anno gli emiliani avevano battuto il Milan, quest’anno hanno preso già lo scalpo della Juve a Torino, confermandosi squadra di trasferta.

Genoa (fuori) e Salernitana (in casa) non dovrebbero poi causare troppe difficoltà. Sono questi gli impegni del Milan prima del big match contro il Napoli, il 19 dicembre a San Siro. Sarà la penultima partita dell’anno, precederà Empoli-Milan con cui i rossoneri saluteranno il 2021.

Napoli (32 punti)

Spalletti fa la conta degli indisponibili: incredibile la serie di infortuni che sta colpendo i partenopei. Ovvio che l’attenzione dei media si sposta tutto su Victor Osimhen, fuori per almeno un mese e mezzo dopo la frattura al volto rimediata domenica contro l’Inter. Ma peserà anche l’assenza per 3-4 settimane di Anguissa, vero uomo in più del Napoli di questa stagione.

A complicare i piani di Spalletti, poi, un calendario durissimo: al di là degli impegni di Europa League contro Spartak e Leicester, il Napoli dovrà affrontare il Milan in trasferta e due big come Lazio e Atalanta in casa, senza dimenticare l’impegno a Reggio Emilia col Sassuolo. Insomma, Empoli e Spezia in casa sono gli unici due impegni davvero abbordabili per una squadra che aveva mostrato segni di affanno già prima della sfilza di infortuni di questi giorni.

Inter (28 punti)

Delle tre, è la squadra più in salute e quella che vanta il miglior calendario. L’Inter può chiudere subito anche il discorso qualificazione in Champions, rendendo meno stressante la trasferta di Madrid, contro il Real, che sarà preceduta dall’impegno più duro in campionato in queste ultime sei giornate d’andata. Simone Inzaghi tornerà all’Olimpico, dove ha incassato l’unico k.o. stagionale contro la Lazio, stavolta per sfidare la Roma. Per il resto, Venezia e Salernitana fuori, Spezia, Cagliari e Torino in casa è quanto di meglio potevano augurarsi i tifosi nerazzurri in questo finale di 2021.