Ripristinare il presidio Sert a Sciacca, ecco una delle priorità nel sociale secondo Rossella Archetti

2538

Una delle priorità della nuova amministrazione comunale, nello specifico il Settore delle Politiche Sociali e Servizio alla Persona, sarà quello di ripristinare immediatamente il Presidio Sert che da oltre un anno la mancanza sul territorio di Sciacca ha determinato una grave carenza, non solo da un punto di vista logistico, ma in termini di erogazione di un servizio che dovrebbe essere preposto alla promozione della salute dei cittadini del bacino di riferimento, affetti da dipendenze patologiche da sostanze. E’ quanto afferma Rossella Archetti, assistente sociale e candidata per il consiglio comunale di Sciacca nella lista “Ignazio Messina Sindaco”.

“Ricordiamoci – continua la candidata – che il SERT opera per finalità di prevenzione, cura e reinserimento sociale nel proprio tessuto locale, non in quello di Ribera. Qualcuno nel lontano agosto del 2021, si è limitato ad un semplice appello, quando bastava intervenire con l’amministrazione comunale in modo determinato e fattivo. Aggiungo: dato che dipendeva solo dall’amministrazione comunale requisire i locali perché si risolvesse il problema. Cosi come anche la Neuropsichiatria Infantile, che da mesi è vacante delle figura del Neuropsichiatra, creando disagi immani alle famiglie non solo da un punto di vista logistico organizzativo , ma anche in termine di efficacia e di efficienza, non dando continuità alla presa in carico del minore, fondamentale per il suo percorso psico-fisico-sociale.
Concludo che anche in questo caso una buona amministrazione, un buon settore delle politiche sociali, interagendo in modo coeso con l’azienda sanitaria provinciale avrebbe risolto entrambi i problemi”.

(Spazio autogestito a pagamento)