13.7 C
Comune di Sciacca

Il trasporto degli studenti di Menfi a Castelvetrano oggetto di scontro politico

Pubblicato:

Polemiche politiche a Menfi dove il costo del trasporto degli studenti a Castelvetrano e’ diventato oggetto di scontro politico. E’ stato il gruppo “Verso Menfi” a scrivere per primo un dura nota.

“Febbraio amaro – si legge nella nota – per le famiglie degli studenti menfitani che ogni giorno si recano presso gli istituti scolastici castelvetranesi.
Le famiglie di 133 studenti menfitani, infatti, a partire dal mese di Gennaio 2024 hanno registrato l’aumento della quota che mensilmente versano al Comune di Menfi per consentire ai loro figli di raggiungere Castelvetrano. La gravità di quanto accaduto, sta nell’avere aumentato, senza alcun preavviso, il costo mensile del servizio da Euro 2,50 a studente fino a Euro 11,50, a seconda dello scaglione ISEE presentato a inizio anno. È grave che l’amministrazione Clemente abbia consentito (a metà dell’anno scolastico in corso) l’aumento della quota di compartecipazione a carico degli studenti che frequentano le sole scuole di Castelvetrano. È ancor più grave che l’Assessore alla Pubblica Istruzione, Pisano, non si sia assunta la responsabilità politica di comunicare tale aumento alle famiglie interessate, dimostrando così di non avere alcuna sensibilità nei confronti delle stesse né alcun filo diretto con gli studenti pendolari”.
Verso Menfi annuncia che presenterà una interrogazione consiliare su questa tematica e si dice pronto a votare quelle proposte che consentiranno di ripristinare la quota di compartecipazione delle famiglie così come prevista ad inizio anno scolastico ricercando soluzioni alternative alle solite ormai consolidate di questa amministrazione che dimostra ancora una volta, con atti e documenti, di volere far pagare di più, chi già paga”.
L’aumento secondo Verso Menfi prevede la ulteriore somma da impegnare in uscita di euro 10.000 euro tra gennaio e maggio 2024.

Altrettanto dura la risposta del sindaco Vito Clemente:”Evidentemente il Gruppo Verso Menfi ha deciso di ritagliarsi la visibilità attraverso la mistificazione della realtà e della verità. Di realmente inadeguato (termine che si rimanda al mittente anche perché parla la storia) c’è solo il linguaggio rancoroso di chi non riesce ad accettare l’esistenza di un metodo politico diverso dal suo e la professionalità di chi svolge attività amministrativa con il solo obiettivo di servire la comunità.

“L’Amministrazione comunale – ha sfidato – il Gruppo Verso Menfi a rendere pubblico un solo atto amministrativo prodotto dalla Giunta o dai Capi Settore, finalizzato ad aumentare il costo del Servizio di trasporto degli Studenti pendolari verso Castelvetrano

Ecco le dovute precisazioni

1) nel mese di Luglio 2023, con nota prot. 14878 del 28/07/2023, la ditta Lumia, che svolge il Servizio di Trasporto scolastico per gli studenti pendolari verso Sciacca, ha comunicato le tariffe per l’anno scolastico 2023/2024:
2) la ditta Gallo, che, invece, svolge il servizio trasporto verso Castelvetrano e che da anni applica uno sconto sugli abbonamenti, ha comunicato, solo telefonicamente, nel mese di settembre 2023, di confermare anche per l’anno scolastico 2023/2024 le tariffe scontate e applicate nell’anno scolastico 2022/2023
3) recentemente un’altra interlocuzione telefonica tra la Responsabile del Servizio Scolastico e i Responsabili degli abbonamenti della ditta Gallo ha prodotto una incomprensione dalla quale è scaturito un errore nell’applicazione dell’attuale tariffa, che è intendimento della ditta Gallo rivedere solamente a partire dall’anno scolastico 2024/2025, in applicazione del Decreto Assessorato Regionale Infrastrutture 2432 del 7/10/2013, già applicato dalla ditta Lumia per gli studenti pendolari verso Sciacca;
4) l’immediato intervento dell’Amministrazione, che, si ribadisce, non ha mai prodotto alcun atto amministrativo necessario per modificare la tariffa né alcun, altrettanto necessario, impegno di spesa in Bilancio in aumento, ha chiarito l’equivoco, tanto che la ditta Gallo, rammaricata per l’accaduto, ha provveduto ad inoltrare la prima ed unica nota ufficiale chiarificatrice, con la quale si ribadisce che per l’anno scolastico 2023/2024, viene mantenuta la tariffa dell’anno scolastico precedente”.

“Nel precisare – conclude – che eventuali somme pagate per mero errore e, quindi, non dovute da parte degli studenti saranno compensate con gli abbonamenti dei prossimi mesi, si attende che, come già detto in Consiglio Comunale, il Gruppo Verso Menfi maturi l’importanza di alzare l’asticella del dibattito politico indirizzandola verso il bene comune e abbandonando la personalizzazione teatrale della politica che ne sancisce il suo fallimento.

A Pia Pisano. Assessore e Professionista stimata va la solidarietà dell’intera Amministrazione per l’attacco personale di basso profilo politico ricevuto”.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img