Aumento della Tari, gli ex consiglieri del centrodestra: ” Frutto della mala gestione dei rifiuti da parte dell’amministrazione Valenti”

1302

“Il ruolo di consiglieri comunali continuiamo a svolgerlo nonostante gli eventi dello scorso anno che hanno portato allo scioglimento del Consiglio Comunale. Continuiamo a essere attenti sulle questioni importanti che riguardano la città”. Lo scrivono in una nota gli ex consiglieri Calogero Bono, Giuseppe Milioti, Silvio caracappa, Salvatore Monte, Gaetano Cognata, Pasquale Bentivegna e Lorenzo Maglienti.
“Oggi – continuano – portiamo a conoscenza della nostra comunità che giusto due giorni fa l’Amministrazione Comunale guidata da Francesca Valenti ha portato a segno l’ennesimo colpo frutto della propria mala gestione. Il tutto avviene nel silenzio più assordante, o quasi, senza che nessuna altra forza politica o movimenti o associazioni, di solito solerti, denuncino alla collettività tale fatto”.
La questione riguarda l’approvazione dell’aumento delle tariffe della Tassa sui rifiuti del 20% in media per famiglie e partite iva. Il tutto per una cifra complessiva di circa 1.300.000 euro !!
In un momento di crisi economica assoluta l’Amministrazione Valenti produce un atto frutto di una gestione, quella dei rifiuti, che negli ultimi anni è stata un disastro totale che è sotto gli occhi di tutti, conseguenza della incapacità di incidere su alcuni aspetti importanti come quello del conferimento dei rifiuti che ha portato all’inevitabile aumento dei costi. Per non parlare della cattiva gestione degli impianti, vedi centro di compostaggio della SRR a gestione comune di Sciacca che proprio oggi per l’ennesima volta è chiuso lasciando la città senza raccolta dell’umido in piena estate.
Il paradosso è stato che giovedi, giorno nel quale sono state approvate diverse delibere riguardanti il servizio di raccolta dei rifiuti, l’amministrazione Valenti emana un comunicato stampa dove parla solo delle nuove agevolazioni previste grazie a risorse statali e regionali per attività commerciali e famiglie meno abbienti, ma nulla dicono della notizia più importante ovvero l’ennesimo aumento della tari pari questa volta al 20%. L’obiettivo era chiaro tentare di nascondere l’aumento!!
L’Amministrazione Valenti non è nuova ad aumenti della, già in passato aveva aumento la tari del 10%, che sommati all’aumento attuale portano l’aumento al 30% in totale””.
Sulle agevolazioni alle partite iva auspichiamo che questa volta abbiano tolto quella condizione vergognosa in base alla quale per avere il beneficio si doveva essere perfettamente in regola con i tributi comunali. Nessuna norma agevolativa nazionale per il covid ha mai avuto questa condizione! Per questo motivo nel 2020 non sono stati in molti ad ottenere l’agevolazione.
In conclusione ribadiamo che noi il nostro ruolo politico, nonostante qualcuno dica il contrario, continuiamo ad esercitarlo, ci sentiamo riferimento di quella parte di città, che ormai rappresenta la stragrande maggioranza, che non si sente per niente rappresentata da questa Amministrazione che giornalmente dimostra di essere incapace di governare il territorio facendo danni su più fronti”