I commenti dei candidati a sindaco sull’iniziativa di Mangia

3424

Abbiamo raccolto i commenti dei candidati a sindaco di Sciacca dopo le dichiarazioni di Antonio Mangia in merito al suo endorsement in favore di Francesca Valenti. Alcune dichiarazioni sono pubblicate sulle pagine Facebook degli interessati, altre le abbiamo richieste.

Francesca Valenti.  Sono onorata di ricevere attestati di stima e fiducia dal Presidente di Aeroviaggi Antonio Mangia, imprenditore che tanto ha fatto e tanto vuole continuare a fare per lo sviluppo occupazionale e turistico della nostra città. Piena solidarietà per gli attacchi che sta subendo in queste ore da parte di esponenti politici che non lo hanno adeguatamente apprezzato per quello che fa. E leggendo i commenti dei miei concittadini noto che in tanti la pensano come me.

Calogero Bono. Trovo imbarazzante lo scenario venuto fuori dalle dichiarazioni di Antonio Mangia. Preferisco non fare ulteriori commenti.

Domenico Mistretta. Non mettiamo in discussione le scelte elettorali del Presidente di Aeroviaggi o di altri imprenditori locali anche se, a nostro avviso, sarebbe stato piu opportuno ascoltare tutti i candidati a sindaco prima di orientarsi e orientare il voto. Noi del M5S siamo disponibili ad un incontro con tutti i gli operatori del settore turistico per illustrare la nostra idea di città, il nostro concetto di turismo e il nostro obiettivo di sviluppo economico ad esso legato. Anche noi siamo convinti della necessità impellente di migliorare l’integrazione di una struttura alberghiera complessa come quella di Sciaccamare con il nostro territorio e il nostro tessuto urbano. E abbiamo, al riguardo, anche le idee chiare su come procedere. Chiediamo, invece, alla candidata a sindaco Francesca Valenti quali siano stati i termini della discussione avuta con Antonio Mangia, visto che lo stesso parla di “nostro interesse comune” oltre che di interesse di Sciacca. A quale “interesse” specifico si riferisce? E’ doveroso che Francesca Valenti lo chiarisca alla cittadinanza.

Stefano Scaduto. Nella sua intervista fatta a risoluto.it il dott. Mangia ha dichiarato che non fa politica e che ha dato indicazione ai suoi dipendenti in favore della candidata Valenti perché solo la Valenti ha chiesto di incontrarlo e perché non conosce gli altri candidati a sindaco. Alla luce di tale affermazione chiedo pubblicamente al dott. Mangia di incontrare tutti i candidati a Sindaco insieme a tutti i suoi dipendenti e di invitare questi ultimi ad un voto libero, cosciente e consapevole.”

Fabio Termine. Mi pare evidente che la vera cosa sconcertante sia stato l’utilizzo che in questi anni la vecchia amministrazione ha fatto dei proventi dell’imposta di soggiorno, versata sia dai grandi che dai piccoli imprenditori di questa città. Proprio sul tema, Mizzica in questi anni si è battuta con forza per una vera regolamentazione, per far si che questa imposta non sia utilizzata come Bancomat dall’amministrazione di turno, e per far si che diventi per i servizi al turista e non sul turista. Era appena l’altro ieri quando tutti i candidati Sindaco si auguravano una campagna caratterizzata da contenuti e dal fair play. Ad appena poche ore di distanza, pare sia già cominciata la bagarre. Come più volte detto, noi andremo oltre.