12 C
Comune di Sciacca

Consiglio comunale, seduta accesa scoppia il caso piano Aro

Pubblicato:

Seduta apertasi con un clima particolarmente disteso che ha affrontato, così come consuetudine da diversi mesi ormai, nel suo incipit la questione Terme e ha votato un documento unico a sostegno agli agricoltori che da settimane protestano ed effettuano il presidio in località Gulfa e che tiene conto anche della crisi del comparto della pesca. Una iniziativa già assunta in altri comuni come Santa Margherita e Menfi.

Ma i toni si sono surriscaldati sulla richiesta di comunicazioni per la scadenza del piano Aro al quale l’assessore Salvino Patti e’ stato chiamato a relazionare.

Amministratore che ha annunciato che il nuovo piano Aro del comune di Sciacca e’ ancora da definire e non si riuscirà ad approvarlo entro la scadenza del diciassette maggio. Patti ha annunciato anche che si procederà a bandire una “gara ponte” di un anno per garantire il servizio di smaltimento dei rifiuti, la pulizia delle strade e delle spiagge e la scerbatura.

L’amministrazione si era rivolta per la redazione del nuovo piano Aro al consorzio Conai, Consorzio con il quale era stato siglato un accordo.

Comunicazioni da parte dell’assessore che hanno provocato una compatta reazione da parte dell’opposizione che con i consiglieri Gaetano Cognata, Calogero Bono e Ignazio Bivona che hanno richiesto le dimissioni dell’assessore e parecchie critiche al movimento Mizzica che del piano Aro aveva fatto un cavallo di battaglia durante la campagna elettorale.

Seduta sospesa durante un battibecco tra il consigliere Modica e Bivona. Lavori dell’aula ripresi dopo dieci minuti.

Articoli correlati

Articoli Recenti

spot_img