Cusumano detta la linea all’amministrazione e vuole il potenziamento della giunta con la nomina di due nuovi assessori

Hanno letto: 569

Riunione iniziata alle 16 finita alle 18,15, questa sera, a Sciacca, della componente che fa capo a Nuccio Cusumano con l’ex sottosegretario che, assieme agli assessori Segreto e Brunetto ed ai consiglieri Ambrogio, Guardino e Ruffo, detta la linea alla maggioranza e all’amministrazione comunale.

Cusumano chiede: Coordinamento politico della coalizione con la istituzione permanente della Conferenza dei capi gruppo per l ‘esame di tutte le problematiche da affrontare e portare avanti; apertura da posizioni distinte alle opposizioni sulle grandi questioni aperte e sui punti di maggiore interesse amministrativo. E poi il gruppo Cusumano indica le priorità programmatiche che sono: viabilita’, strade di accesso al mare, ingressi della citta’, cura del verde pubblico, arredo urbano, monitoraggio edilizia scolastica, pulizia della citta’ con le periferie e lotta senza quartiere agli incivili.

Il gruppo Cusumano vuole una cabina di regia alle dirette dipendenze del sindaco, formata da tecnici, che monitora e prepara progetti per i bandi europei. La discussione di stasera ha compreso anche i temi legati alla stabilizzazione dei precari , all’attivazione delle procedure per assunzione di nuovo personale, all’accensione di mutui finalizzati ad opere di urgente interesse e priorità. Si è parlato anche di imposta di soggiorno con utilizzo ottimale delle risorse con preciso programma e indicazione di importi e finalita’ affidati agli assessori di competenza con particolare riguardo alle opere pubbliche di prevalente urgenza. Il gruppo Cusumano vuole, inoltre, consigli comunali aperti alle rappresentanze politiche presenti in consiglio Comunale.

In ultimo, il gruppo esprime “ferma condanna dei ritardi della Regione per le Terme di Sciacca e netto invito al sindaco a rimandare al mittente la manifestazione di interesse che rischia di diventare una ulteriore grave perdita di tempo sulla pelle della citta’”. L’ala Cusumano entra anche in competenze specifiche del sindaco quando chiede una “rivisitazione delle deleghe e potenziamento della giunta con la nomina di 2 nuovi assessori con chiaro riferimento ad una ragionata e oggettiva considerazione del dato politico”.