Dubbi di “Sicilia Futura” su Francesca Valenti, possibili Primarie anche nel centrodestra

1609

Il primo a parlare di Primarie per la scelta del candidato a sindaco del centrosinistra, poche ore dopo l’indicazione di Francesca Valenti, era stato Ignazio Messina. L’argomento poi però è caduto, anche perché nel frattempo l’avvocato tributarista aveva partecipato alle assemblee del Partito Democratico e a quella di SD di Nuccio Cusumano. Ma nelle scorse ore, a tornare a sollevare la questione, è stato il raggruppamento di Sicilia Futura, che continua a nutrire più di un dubbio, lamentando essenzialmente un difetto di concertazione nella scelta di Francesca Valenti. Il gruppo Cascio-Cimino lamenta una presunta fuga in avanti da parte degli alleati, soprattutto da parte di Cusumano. Stessi dubbi da parte di Michele Ferrara, che non fa parte di Sicilia Futura ma proporrà una propria lista civica. Non si esclude, in queste ore, che Sicilia Futura, in assenza di Primarie, possa decidere di correre da sola, con un proprio candidato. Uno scenario che rischia di indispettire una persona che non ha mai fatto politica come Francesca Valenti.

Primarie scelta possibile anche nel centrodestra. Alternativa Popolare punta senza riserve su Calogero Bono. Ma, nell’accordo, Forza Italia vuole pari dignità, e potrebbe proporre la stessa Maria Antonietta Testone. Potrebbe accedere allo schieramento anche Sicilia Futura. Tentativi di avvicinamento in tal senso sono tuttora in corso.

Nel Movimento Cinquestelle colpo di scena finale doveva essere, e colpo di scena finale è stato. I pentastellati si sono divisi sul nome di Domenico Mistretta. Ma nelle ultime ore si era capito che qualunque altra ipotesi avrebbe avuto il medesimo destino. Questa operazione è firmata Matteo Mangiacavallo. Difficile immaginare che il nome del figlio del presidente dell’associazione L’Altra Sciacca ed ex assessore Pietro Mistretta sia venuto fuori davvero all’ultimo momento. Ma se era la scelta dei grillini quella che gli altri aspettavano, si può dire che questa scelta è stata fatta.

Si dice che potrebbero ancora esserci sorprese sul fronte dell’associazione Mizzica. Il nome di Domenico Contino appare ancora il più accreditato, ma dopo il colpo di scena del Movimento Cinqusetelle tutto è possibile, perfino che la stessa Francesca Valenti possa ripensarci.