Elezioni: al ballottaggio Favara, Canicattì e Porto Empedocle

981

Sara’ ballottaggio nei tre comuni più grandi della provincia di Agrigento dove il primo turno di ieri non e’ bastato per l’elezione del sindaco. A Favara ha funzionato l’alleanza PD-Movimento Cinque Stelle con il candidato Antonio Palumbo che ad un certo punto, e’ sembrato essere in grado di conquistare il 40% e sbaragliare a primo turno la “concorrenza”. Invece, il quorum e’ rimasto piu’ basso e dunque, sara’ scontro a due con il medico Salvatore Montaperto. Un centrodestra che a Favara e’ andato diviso e che si e’ indebolito nello spezzettamento.

A Porto Empedocle, sfida a due sul filo del rasoio tra Martello e Iacono. Il primo ha superato quota 2100 voti, con Iacono a poco più di 2000 preferenze. Mentre a Canicattì sara’ sfida tra Corbo e Sciabarra’. Lo spoglio a Canicattì e’ terminato con i seguenti risultati per i candidati sindaco: 6012 Corbo, 4913 Sciabarrà, 4525 Di Ventura, 1509 Falcone. Affluenza bassa al 56% e deludente risultato per il M5S e per l’uscente Di Ventura appoggiato da Forza Italia.