Elezioni in Sicilia, occhi puntati nell’agrigentino su Favara, Canicattì e Porto Empedocle

1022

 Si torna al voto domenica e lunedì negli otto comuni siciliani superiori a 15 mila abitanti dove si consumeranno i ballottaggi. Nell’agrigentino, occhi puntati su Favara, Canicattì e Porto Empedocle.

A Favara, si sfideranno Antonio Palumbo 37,3% appoggiato dal Pd e da liste civiche e Salvatore Montaperto, 34,5% appoggiato da Fratelli d’Italia, Diventerà bellissima e Udc. Piccola nota, al consiglio comunale di Favara risultava candidato nella lista del PD anche il saccense Simone Di Paola, segretario provinciale dei dem che non ha ottenuto alcuna preferenza.

A Canicattì il ballottaggio sarà tra Vincenzo Corbo, sindaco uscente e che conquisterebbe nel caso il suo terzo mandato è che al primo turno ha ottenuto il 35,2%, sostenuto da due liste civiche e dall’altro lato l’editore web Cesare Sciabarrà che si e’ fermato al 29%, appoggiato da Fratelli d’Italia e da due liste civiche.

A Porto Empedocle ballottaggio tra Calogero Martello, appoggiato da liste civiche e Forza Italia e Salvo Iacono appoggiato soltanto da liste civiche.