Fibrillazioni in maggioranza e l’opposizione attacca: “Insoddisfazione e scollamento tra amministrazione attiva e consiglieri”

Hanno letto: 171

Consiglio comunale particolarmente teso quello di ieri sera improntato su un dibattito consiliare nervoso specie tra i banchi della maggioranza.

Toni che stamane hanno portato all’intervento del centrodestra che nuovamente definisce la situazione “imbarazzante”.

“Dal dibattito – scrive l’opposizione – emerge con chiarezza l’insoddisfazione e lo scollamento tra gli stessi consiglieri di maggioranza e chi fa parte dell’amministrazione attiva .

Insoddisfazione palesata prima dal consigliere Ambrogio che gradirebbe un ulteriore cambio di passo magari inserendo in giunta qualche altro assessore del suo gruppo, il consigliere Sabella che in maniera altrettanto chiara dice di non aver condiviso la nomina dell’assessore Caracappa, l’ex assessore azzerato Mandracchia che viste le richieste e forte del consenso ottenuto personalmente nel 2017 in risposta ad un Sindaco che parla di fantapolitica evidenzia come questa amministrazione colpita da un otite incurabile, sia già formata da persone non elette dal popolo e cosa ancor più grave che non hanno condiviso nulla del programma iniziale della coalizione guidata in malo modo dalla Valenti, ovviamente da questo contesto esclude Leonte.

Ma l’assessore Mandracchia viene ripreso proprio dall’assessore Segreto che forse si sente chiamato in causa. Insomma una situazione che ormai continua a degenerare e che sancisce il declino della coalizione di centro sinistra, declino che si ripercuote sulla città che attende risposte da chi oggi governa”.

Il centrodestra interviene poi sull’annunciata stabilizzazione dei precari da parte della sindaca Valenti: “La stabilizzazione – aggiunge il centrodestra – che può avvenire solo se oltre al Bilancio di previsione viene approvato il consolidato 2018 ed il consuntivo 2018 . Situazione quest’ultima che trova impreparata la giunta in quanto ad oggi non c’è alcuna traccia ne del consuntivo ne del consolidato 2018 . A fronte di quanto detto non si può poi scaricare la colpa sull’opposizione perché i veri irresponsabili sono loro. La città ha già tratto le sue conclusioni speriamo che chi di dovere ne prenda atto e si attivi per chiudere una volta per sempre la consiliatura ponendo fine ad una farsa che dura da troppo tempo sulla pelle dei cittadini. Una coalizione di questo genere non può governare la città” .