La consigliera Cinzia Deliberto sempre più critica con l’amministrazione comunale: “Adesso, cambino rotta”

1276

Interviene nel dibattito politico oggi con una nota stampa dai toni molto critici, la consigliera di maggioranza, Cinzia Deliberto.  Il commento della consigliera indipendente arriva dopo le dimissioni dell’altra consigliera di opposizione dalla Commissione Speciale Terme, della quale la Deliberto era stata designata la presidente e che poi aveva lasciato in precedenza in polemica con la stessa maggioranza.

Oggi la Deliberto, sempre più lontana dalle posizioni della maggioranza palesa le sue perplessità circa l’azione amministrazione:
“Credevo che la mia “decantata e rilevata incapacità” alla guida della Commissione Speciale Terme – afferma polemicamente – avesse impedito “quell’ apporto necessario per accelerare i lavori attraverso uno slancio diverso”. Tuttavia, dopo le dimissioni del consigliere Bilello dalla medesima commissione, nulla è cambiato. Ricordo ancora le definizioni utilizzate da quella che era all’epoca la mia maggioranza nel consiglio comunale del due luglio scorso. In quel frangente si sottolineò la mia incapacità nel portare avanti il ruolo precedentemente assunto. Alle frasi purtroppo non sono seguite le azioni prospettate ed a sei mesi dall’insediamento del nuovo presidente nulla di nuovo è stato prodotto. Nessuna iniziativa politica vera e forte è stata messa in atto da questa amministrazione, rea di non aver saputo restituire alla città quella voce nuova, tanto pubblicizzata, che avrebbe riaperto le Terme di Sciacca. Ed oggi, dopo il promettente cambio di rotta, non si registra alcuna indignazione. Visite istituzionali nel nostro territorio, promesse poi dimenticate, slogan. Più che un cambio di rotta, maggioranza ed amministrazione sembra stiano procedendo lungo un traiettoria parallela ai precedenti corsi politici”.

“Ricordo ancora – continua la stessa –  la frase “per il bene della città”. Ebbene mi chiedo quale sia, oggi, il reale significato di questo slogan sempre più svuotato dal suo reale significato letterale. Le poltrone non servono solo allo scopo semplicistico della visibilità. Consiglio al Presidente Simone Di Paola di chiudere il capitolo commissione speciale terme, mettendo fine ad una pantomima che non fa bene alla nostra città. Al Sindaco, infine, suggerisco di cambiare finalmente rotta dando finalmente seguito all’obiettivo che si era posto in campagna elettorale nel riaprire le Terme di Sciacca. Servono obiettivi politici a riprova del tanto annunciato cambiamento che, ad oggi, mi è difficile rilevare. Servono obiettivi politici chiari a riprova del tanto annunciato cambiamento che, ad oggi, anche con un iperbolico slancio di immaginazione, mi è difficile constatare”