Dopo l’addio ai grillini Ivana Dimino incontra Francesca Valenti, potrebbe essere designata assessore?

3390

Le recenti vicende interne al Movimento Cinque Stelle, e taluni malcontenti scaturiti dalla indicazione di Domenico Mistretta per la candidatura a sindaco, potrebbero aprire nuovi scenari nell’ambito della campagna elettorale, che si accinge ormai ad entrare nel vivo. Il raggruppamento “Acquario”, che si era avvicinato ai pentastellati salvo, poi, allontanarsene in aperta polemica col deputato regionale Matteo Mangiacavallo, starebbe discutendo col centrosinistra. Stando a quanto ha appreso Risoluto.it, nelle scorse ore ci sarebbe stato un incontro informale tra la candidata a sindaco Francesca Valenti e la presidente dell’associazione “Acquario” Ivana Dimino. Non si conoscevano, e non appare immaginabile che abbiano deciso di parlarsi per gli auguri di Pasqua. Potrebbe essersi aperta una interlocuzione politica, che in prospettiva potrebbe anche autorizzare a pensare ad un innesto della psicologa all’interno della squadra di governo che l’avvocato tributarista sottoporrà all’attenzione degli elettori. Con quale ruolo è prematuro dirlo. Sulla base di questo scenario, si confermerebbe la ragione della presunta riserva che, secondo alcune voci, Francesca Valenti avrebbe invocato in merito alla scelta della seconda donna che farebbe parte della sua giunta. Com’è noto il nome di Ivana Dimino era circolato in merito all’ipotesi che potesse rappresentare il Movimento di Beppe Grillo come candidata a sindaco. Poi non se n’è fatto più nulla. L’associazione “Acquario” vuole dare un contributo alla vita politica della città di Sciacca, questo ormai è assodato. Potrebbe farlo, dunque, con un ruolo diretto, a fianco di Francesca Valenti.